Amici dei Musei e Monumenti

Eventi 2018

ANTICIPAZIONI

- Sabato 1 dicembre 2018 ore 16,00 – Assemblea dei soci
Stiamo definendo gli ultimi dettagli dell’Assemblea che vi comunicheremo nella prossima circolare.
Vi preghiamo di prendere nota fin d’ora della data poiché in tale occasione presenteremo le iniziative per l’anno prossimo.

Giovedì 15 novembre 2018 – Viaggio guidato a FIRENZE

Ore 8,59 - partenza dalla stazione di Ferrara con Italo Treno, arrivo a Firenze S. M. Novella ore 10,05 (ritrovo nell’atrio della stazione alle ore 8,40).
Ore 10,15 - trasferimento in taxi per raggiungere la Casa Museo – Fondazione di Studi di Storia dell’Arte R. Longhi di Firenze.
Ore 10,30 - visita guidata alla Collezione d’arte della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte R. Longhi, alla casa e al parco.  
L’importante istituzione, che ha sede presso Villa “Il Tasso”, è situata sulle colline, poco fuori dal centro cittadino, in via Benedetto Fortini, 30 a Firenze.
Si tratta dell’ultima dimora dell’importante storico dell’arte Roberto Longhi (Alba, 1890 – Firenze, 1970) e della moglie Anna Banti (Firenze, 1895-1985), critica d’arte, scrittrice e traduttrice.
Nella Villa, immersa in un parco lussureggiante, si conservano la Biblioteca e la Fototeca di Roberto Longhi, ma soprattutto l’importante collezione di dipinti antichi e moderni.
Ore 13,00 - Buffet presso la Fondazione Longhi, su gentile concessione della stessa, che ringraziamo
Ore 14,00 - Trasferimento in taxi per il Museo degli Innocenti e visita guidata a cura del dott. Andrei Bliznukov.      
Il nuovo Museo degli Innocenti, aperto al pubblico il 24 giugno 2016, ha sede nell’importante complesso progettato da Filippo Brunelleschi a partire dal 1419 grazie al lascito testamentario del mercante pratese Francesco Datini, che volle l’istituzione di un grande Ospedale per i bambini abbandonati. Oggi tutto il percorso museale si sviluppa attorno al tema dell'accoglienza e racconta ai visitatori l'essenza dell'Istituto nei suoi sei secoli di attività, integrando il patrimonio documentario e dell'archivio con quello storico artistico, in un nuovo racconto che crea un filo continuo con la storia stessa dell'istituzione. Momento culminante del percorso è la Galleria al secondo piano che ospita le opere d'arte più preziose e il Coretto di preghiera delle balie. Sono ottanta le opere esposte tra cui quelle di Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Bartolomeo di Giovanni, Piero di Cosimo, Neri di Bicci, Luca e Andrea della Robbia e Giovanni del Biondo.
Ore 15,45 – passeggiata verso la stazione
Ore 16,54 - rientro con treno Italo, arrivo a Ferrara ore 17,54

  • Costo complessivo del viaggio euro 100,00 (massimo 20 partecipanti)

Adesione e saldo quota entro martedì 6 novembre:  tramite bonifico bancario, Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610 (avvisare la segreteria dell’avvenuto versamento) o in contanti presso la nostra sede in via Mentessi 4 nei giorni di martedì e il venerdì 10.00-12.00 

Sabato 20 ottobre 2018 – Viaggio guidato a RIOLA e MARZABOTTO

Saremo accompagnati da una guida d’eccezione, la dott. Paola Desantis, ora direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, già per molti anni responsabile del Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto.
Il castello fiabesco comunemente definito Rocchetta Mattei deve il suo nome al Conte Cesare Mattei (1809-1886) che lo fece edificare sulle rovine di una antica costruzione risalente all’XIII secolo, la Rocca di Savignano, appartenuto probabilmente a Matilde di Canossa.
La struttura del castello fu modificata più volte dal conte durante la sua vita, rendendola un labirinto di torri, scalinate monumentali, sale di ricevimento, camere private che richiamano stili diversi, dal medievale al moresco, dal liberty al gotico. Evidenti i richiami decorativi a costruzioni quali l’Alhambra di Granada per il Cortile dei Leoni e la Grande Moschea di Cordoba per la cappella dove il conte è sepolto.
Il conte Mattei era un letterato e politico, ma divenne soprattutto noto per i suoi studi nell’ambito della disciplina dell’Elettromeopatia, antenata dell’omeopatia. Benché contrastato dalla medicina ufficiale, egli iniziò a produrre i suoi rimedi esportandoli anche all’estero e le sue cure lo portarono a giungere una fama mondiale nel ventennio 1860-1880.
Breve sosta alla Chiesa di Santa Maria Assunta a Riola di Vergato, unico progetto realizzato nel 1953 in Italia dall’architetto finlandese Alvar Alto, uno dei massimi architetti del XX secolo.
Pranzo al ristorante tipico della cucina emiliana Al Buongusto a Marzabotto.
A seguire visita guidata alla Marzabotto etrusca città carovaniera, posta al centro del sistema commerciale che collegava il porto di Spina, la capitale dell'Etruria Padana (Bologna) e l'Etruria Tirrenica. La visita agli scavi si svolge in un percorso che attraverso i resti degli isolati della città sale fino all'acropoli e si chiude nel suggestivo sepolcreto orientale. All'interno dell'area archeologica è situato il Museo intitolato alla memoria del Conte Pompeo Aria che, sulle orme del padre Giuseppe, organizzò il primo nucleo della collezione. Qui sono ospitati e conservati i reperti provenienti da oltre un secolo e mezzo di scavi nell’antica città etrusca di Kainua e nelle sue necropoli.
Infine visita guidata al Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto, ora diretto dal prof. Rosario Anzalone.
Partenza con pullman Mangherini alle ore 8,30 dal parcheggio Ex-Mof.
Compatibilmente con le disponibilità dei posti, aderiranno alla nostra iniziativa gli amici della Ferrariae Decus.

  • Costo complessivo del viaggio euro 80,00 (massimo 30 partecipanti)

Adesione e saldo quota entro venerdì 12 ottobre:  tramite bonifico bancario,
Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610 (avvisare la segreteria dell’avvenuto versamento)
o in contanti presso la nostra sede in via Mentessi 4 nei giorni di martedì e il venerdì 10.00-12.00

Mercoledì 17 Ottobre ore 16,30 – Courbet e la Natura a Palazzo dei Diamanti

Visita guidata dallo storico dell’arte Vasilij Gusella alla mostra Courbet e la Natura al Palazzo dei Diamanti.
Per la prima volta dopo circa cinquant’anni dall’ultima rassegna a lui dedicata, Gustave Courbet torna in Italia con un’importante retrospettiva che racconterà la carriera del grande maestro francese, uno dei più grandi pittori dell’Ottocento, approfondendo in particolare la sua ampia produzione di paesaggi e il suo singolare rapporto con la natura.
L’esposizione presenterà circa cinquanta tele provenienti dai più importanti musei internazionali e condurrà il visitatore in un percorso emozionante: dalle vedute della natia Franca Contea alle spettacolari marine spesso scosse dalla tempesta, dalle misteriose grotte da cui scaturiscono sorgenti alle cavità carsiche che si spalancano nei torrenti, dai sensuali nudi immersi in una rigogliosa vegetazione alle suggestive scene di caccia, fino ai potenti capolavori realisti della maturità. 
La mostra è a cura di Dominique de Font-Réaulx, Barbara Guidi, Maria Luisa Pacelli, Isolde Pludermacher e Vincent Pomarède.

  • Quota euro 15,00 - adesione e saldo entro venerdì 12 ottobre:  tramite bonifico bancario,

Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610 (avvisare la segreteria dell’avvenuto versamento) o in contanti presso la nostra sede in via Mentessi 4 nei giorni di martedì e il venerdì 10.00-12.00
 

VIAGGIO A ROMA 27-29 settembre 2018

Giovedì 27 settembre 2018
Partenza da Ferrara alle ore  8,59 - con treno Italo – Arrivo a Roma Termini 11,46
Sistemazione in Hotel BW Santina (4 stelle), via Marsala, 22 - 00185 Roma RM  (telefono: 06 -448751)
Ore 15,00 visita a Cinecittà con pullman riservato
Si visita il Museo, attraverso tre percorsi (può essere fatta autonomamente. Il visitatore può decidere il tempo da dedicare alla visita per guardare i filmati, leggere le curiosità, ammirare le fotografie e interagire con i contenuti multimediali in completa autonomia e senza l’ausilio di una guida. (Tempo stimato: 60-90 minuti)
Perché Cinecittà (1937-1943) è il primo percorso di mostra che esplora la nascita di Cinecittà dagli anni trenta fino alla Seconda Guerra Mondiale, le ragioni del progetto architettonico e la figura del maestro Federico Fellini.
Allestita all’interno della storica Palazzina Fellini, un tempo Cinefonico degli Studios in cui c’erano le sale di doppiaggio e di missaggio, la mostra ospita in tre diversi ambienti filmati, fotografie e documenti dedicati alla costruzione e alla fondazione degli Studios con un approfondimento sul progetto architettonico razionalista di Gino Peressutti.
Nella sala dedicata a Federico Fellini trovano spazio filmati inediti, costumi originali, disegni e immagini del regista presentati in un suggestivo impianto scenografico.
Girando a Cinecittà (1943-1990) è il secondo percorso che narra la storia delle produzioni più importanti che hanno fatto la storia del cinema e di Cinecittà.
All’interno degli spazi della Palazzina Presidenziale, un allestimento scenografico consente di immergersi nella storia di grandi film e dei generi cinematografici, di conoscere storie e curiosità attraverso un’accurata selezione di immagini, video, interviste e costumi originali indossati da grandi star come Liz Taylor, Totò, Alida Claudia Cardinale, Richard Burton e molti altri.
Il primo allestimento scenografico che rievoca la città di Roma bombardata collega la sezione dedicata ai film storici e di propaganda a quella del Neorealismo e apre all’area dedicata al cinema internazionale della Hollywood sul Tevere con omaggi a grandi film come Vacanze romane, Ben-Hur e Cleopatra. Il percorso prosegue con i leggendari costumi di pellicole indimenticabili come La Bisbetica domata di Franco Zeffirelli, Il Gattopardo di Luchino Visconti e Per un pugno di dollari di Sergio Leone. L’abito di scena di quest’ultimo film, indossato da Clint Eastwood, è allestito in una sala scenografata che riproduce un saloon omaggiando il genere western. Il percorso si chiude con una sala dedicata ad un altro film del regista romano: uno spazio la cui scenografia è ispirata a C’era una volta in America e in cui vengono proiettati estratti dei suoi capolavori.
Backstage – Un percorso didattico per Cinecittà è il terzo percorso espositivo dove è possibile scoprire i mestieri del cinema ed entrare in sei sale interattive dedicate alla regia, alla sceneggiatura, al sonoro, alla realizzazione dei costumi e alla finzione cinematografica.
La stanza del regista è allestita come uno studio d’autore dove i libri, gli oggetti, le fotografie e gli effetti personali di sei famosi registi diventano suggestioni attraverso le quali scoprire il loro immaginario, da Lina Wertmüller a Martin Scorsese.
La stanza della sceneggiatura presenta un approfondimento sul passaggio dalla parola all’immagine in movimento attraverso stralci di sceneggiature, storyboard e sequenze di film.
La stanza del sonoro consente di scoprire curiosità e aneddoti del passaggio dal cinema muto al cinema sonoro e sperimentare il doppiaggio.
La stanza del costume offre la possibilità di costruire virtualmente i costumi, combinando abiti, accessori e parrucche tratti da alcuni importanti film.
La stanza della finzione svela i retroscena della finzione cinematografica raccontando attraverso parole, immagini e video i primi effetti speciali, le ricostruzioni dei set a Cinecittà e i trucchi della trasformazione di un volto.
La stanza del green screen permette di sperimentare uno degli effetti speciali più conosciuti: il green screen, la tecnica digitale del chroma key che consente di ambientare soggetti e oggetti su sfondi virtuali.
Il percorso si conclude con l’ingresso nel Sottomarino del film U-571 del regista Jonathan Mostow in cui si ha la sensazione di essere proprio come in un film (dal sito di Cinecittà).
Visita ai set permanenti con guida interna del Dipartimento educativo. La guida accompagna i visitatori e racconta tutti i segreti e le storie delle produzioni che li hanno visti protagonisti.
Tempo stimato di visita 60 minuti circa (in foto il set del foro romano)
Rientro in albergo
Ore 20,00 cena in ristorante tipico romano
Venerdì 28 settembre 2018
Ore 9,00 partenza con pullman riservato per il Ministero degli Esteri
Ore 10,00  visita alla Collezione di arte contemporanea italiana alla Farnesina
La Collezione Farnesina, raccolta d’arte contemporanea del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nasce nel 2000 su iniziativa dell'allora Segretario Generale Amb. Umberto Vattani, per sottolineare un preciso indirizzo progettuale del Ministero, che ha fatto della ricerca artistica contemporanea un ambito d’intervento strategico della propria politica culturale.
Le scelte effettuate hanno privilegiato nel tempo maestri storici della prima metà del XX secolo, fra Futurismo (Balla, Boccioni, Depero), Metafisica (de Chirico) e ritorno alla figurazione, nella sua duplice declinazione novecentista (Carrà, Sironi, Soffici) e antinovecentista (Cagli, Campigli, Pirandello, Scipione, Martini), così come protagonisti del secondo dopoguerra, sia in ambito realista (Guttuso) e astrattista (Accardi, Sanfilippo, Dorazio, Consagra), sia in ambito informale (Afro, Burri, Scarpitta) che spazialista (Fontana).
Ugualmente documentati gli svolgimenti della seconda metà del XX secolo, d’ambito poverista (Kounellis, Merz, Paolini), pop (Angeli, Pascali, Rotella, Schifano), concettuale (Isgrò, Mauri, Manzoni) e percettivo (Castellani, Bonalumi, Marchegiani), fino agli ultimi decenni del secolo, fra Nuova figurazione (Vespignani), Anacronismo (Mariani, Galliani, Gandolfi) e Transavanguardia (Chia, Cucchi, Paladino).
Ore 12,30 spostamento con pullman riservato al MAXXI
Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni 4/a
Colazione alla caffetteria o al ristorante del Museo
La visita guidata prevede
- visita all’edificio progettato dall'architetto Zaha Hadid
- visita alle Collezioni Arte - oltre 400 opere che testimoniano la produzione artistica internazionale, con una particolare attenzione alle esperienze italiane e a quegli artisti stranieri la cui ricerca è legata al contesto italiano.
- visita alle Collezioni Architettura - Le collezioni del MAXXI Architettura comprendono tutti quei prodotti e documenti che, in forme diverse, rappresentano la complessità materiale e concettuale dell’architettura.
Rientro in albergo con pullman riservato
Ore 20,00 cena in ristorante tipico romano
Sabato 29 settembre 2018
Ore 9,00 (spostamento con mezzi propri)
Visita guidata dalla prof.ssa Francesca Cappelletti alla Galleria di Palazzo Spada, piazza Capodiferro 13
La Galleria, Collocata all'interno di uno dei palazzi più belli di Roma, il cinquecentesco Palazzo Capodiferro, ospita l'importante collezione di pittura barocca creata nel corso del Seicento dai cardinali Bernardino e Fabrizio Spada. La finezza della sua raccolta d'arte, che ancora si presenta su file sovrapposte come in una quadreria del XVII secolo, conferisce a questo luogo un fascino unico, accentuato dalla sua caratteristica dimensione di preziosa collezione di famiglia. Alla conclusione del percorso museale del primo piano, si visita il Giardino Segreto, che conserva il più spettacolare artificio barocco di Roma, la Colonnata (o Prospettiva) illusionistica realizzata nel 1653 da Francesco Borromini per il cardinal Bernardino Spada.
Pomeriggio libero
Rientro a Ferrara con treno Italo 18,15
Arrivo a Ferrara 20,57
Costo complessivo del viaggio (minimo 15 partecipanti) in camera doppia € 600,00 - Supplemento singola € 100,00
Prenotazione  entro venerdì 1 giugno con il versamento di un anticipo di euro 200,00*
Saldo  entro venerdì 7 settembre 2018
tramite bonifico bancario, Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610  o in contanti presso la nostra sede in via Mentessi  4
La quota comprende: il biglietto ferroviario andata e ritorno in seconda classe, 2 pernottamenti in hotel, 2 cene in ristorante incluse bevande, bus privato il giovedì pomeriggio e il venerdì, ingressi e guide.
Sono esclusi i pranzi e quanto non espressamente indicato.
L’ASSICURAZIONE contro l’annullamento del viaggio è facoltativa (non inclusa nel costo) e può essere definita autonomamente presso agenzia CTV in via Borgoleoni 33 al momento della prenotazione del viaggio (entro il 1/6/2018).


GIUGNO A MURANO

Martedì 5 giugno 2018
Partenza da Ferrara con treno regionale veloce alle ore 8,51 e arrivo a Venezia Santa Lucia alle 10,18
Ore 10,30 appuntamento alla stazione Santa Lucia con taxi e trasferimento a Villa Lina a Murano
Ore 11,00 visita della adiacente Fornace del vetro Nason Moretti 
Alle ore 12,00 nel giardino di Villa Lina ci attenderà un ricco buffet con cicchetti veneziani, prosecco e dolcetti vari.
Ore 14,00 arrivo della guida e inizio del tour a Murano

Visita alla Basilica dei Santi Maria e Donato, sec. X-XII
La Basilica Santi Maria e Donato è il principale luogo di culto cattolico dell'isola di Murano.
Fondata forse nella metà del X secolo, fu inizialmente dedicata a Santa Maria; dal 1125 le fu associato San Donato martire. La chiesa, restaurata nel IX secolo, fu riedificata nel XII secolo. A questo periodo (1140 c.) si deve il prezioso mosaico pavimentale, che molto ha influenzato la produzione artistica dell'epoca (in particolare i manufatti analoghi dell'abbazia di Pomposa).  La chiesa ha pianta basilicale. Le due navate laterali sono divise dalla mediana da cinque colonne di marmo greco, con capitelli di stile veneto-bizantino. È l'abside, rigorosamente rivolta verso est, che presentandosi per prima a chi venga dalle fondamenta, ha un ruolo preminente: ha pianta interna esagonale e un finto porticato all'esterno, con nicchie e colonne binate in due ordini. La facciata non sfugge invece ai moduli più tipici della basilica ravennate e resta subordinata, poiché, come detto, la si incontra, venendo dal canale, solo dopo aver fatto il giro di un intero lato della chiesa.
Nell’interno domina l'abside il catino decorato con una splendida Madonna orante immersa in un fondo oro. Simile alla Theotokos che domina il catino della non lontana chiesa di S. Maria Assunta a Torcello, questo mosaico muranese rappresenta uno dei più alti esiti di un maestro veneto ben addestrato al linguaggio bizantino della prima metà del secolo XII.
 
Visita al Museo del vetro
Il Museo del vetro, fondato nel 1861, ha sede nel Palazzo dei Vescovi di Torcello, edificio in stile gotico fiorito precedentemente dimora del vescovo Marco Giustinian. Nel 1923, il museo entra a far parte del patrimonio della città, le collezioni vengono riordinate nel 1932 da Giulio Lorenzetti e Nino Barbantini e arricchite con i vetri di altre raccolte civiche veneziane. Il museo acquisisce così preziosi pezzi rinascimentali e in seguito, grazie a depositi della Soprintendenza archeologica, anche un importante nucleo di vetri antichi provenienti da scavi. Acquisti e donazioni continuano nel tempo a incrementare le collezioni, anche di opere contemporanee.
Mostra temporanea - Dal 21 aprile al 19 agosto 2018 il Museo del Vetro si arricchisce delle 177 opere che compongono la straordinaria Collezione Friedman: la raccolta del noto collezionista newyorkese trova così al Museo del Vetro il luogo perfetto per la sua massima valorizzazione.
 
Ore 16,30-17,00 trasferimento da Murano alla stazione Santa Lucia con 2 taxi
Rientro con treno regionale veloce 17,42 -  arrivo a Ferrara 19,09
 
Costo per persona euro 100,00 – tutto incluso
Prenotazione entro 1 maggio, saldo entro venerdì 11 maggio 2018
tramite bonifico Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610 o in contanti presso la nostra sede in via Mentessi 4
 

MAGGIO AL CINEMA

Abbiamo inaugurato una nuova sezione CINEMA in collaborazione con l’associazione culturale Ferrara Off che ha sede in viale Alfonso I d’Este 13 negli spazi di proprietà comunale delle ex-officine Amga - complesso industriale risalente al 1929 recuperato nell'ambito del Progetto Mura. Ringraziamo Marco Sgarbi per la collaborazione all’iniziativa.
Abbiamo programmato la proiezione di una serie di film attinenti alla vita e alle opere di artisti. Le proiezioni sono previste alle ore 21,00 nella sede di Ferrara Off in viale Alfonso I d’Este n. 13.
All‘ingresso verrà consegnata la scheda del film - l‘ingresso è gratuito.
  • Venerdì 4 maggio ore 21,00  -  Rembrandt. La ronda di notte film drammatico/storico del 2007, diretto da Peter Greenaway, con Martin Freeman e Emily Holmes. Durata 134 minuti, lingua originale con sottotitoli
Nel 1642 il celebre e ricco pittore olandese Rembrandt accetta con riluttanza di dipingere la Milizia civica di Amsterdam in un ritratto di gruppo, conosciuto in seguito come La ronda di notte.
Mentre lavora al dipinto scopre che gli ufficiali della Milizia, per lo più comuni cittadini e mercanti stanno cospirando e tramando per fini di lucro nella città più ricca d’Europa. Il pittore scopre un assassinio e la sua fortuna cambia. La moglie Saskia muore. Rembrandt sfida i suoi committenti con il quadro J’accuse, un vero e proprio atto di accusa su tela contro il tradimento della Milizia. I cospiratori negano le accuse pubblicamente e in segreto mettono in atto un piano per vendicarsi di lui...
  • Venerdì 11 maggio ore 21,00  -  Camille Claudel  film drammatico del 1988 diretto da Bruno Nuytten, con Isabelle Adjani e Gérard Depardieu. Durata 95 minuti, lingua originale con sottotitoli
Il soggetto, che si propone di diffondere la conoscenza della figura disperata e folle di Camille, è tratto dal saggio Camille Claudel. Frammenti di un destino d'artista di Reine-Marie Paris, nipote di Paul Claudel, fratello della scultrice. Camille Claudel dedica i giorni e le notti alla sua passione, la scultura. Supportata da suo padre e dal fratello Paul, sogna di entrare nello studio del grande maestro Auguste Rodin. Dopo aver dimostrato il suo talento e la determinazione a lavorare con lui, viene assunta come allieva. Camille si innamora follemente del suo maestro, diventando la sua amante e la sua musa, ma è destinata ad andare incontro ad un destino tragico…
  • Venerdì 25 maggio ore 21,00  -  Pollok  film biografico/drammatico del 2000, diretto da Ed Harris, con Ed Harris, Marcia Gay Harden, Jennifer Connelly e Val Kilmer. Durata 118 minuti. Lingua italiano
Gli ultimi due anni della vita e della carriera del pittore americano Jackson Pollock, esponente di punta dell'espressionismo astratto, periodo in cui gli è accanto la moglie Lee Krasner, anche lei affermata pittrice. La comune passione per l'arte cementa il loro amore che però è messo in crisi dalla depressione, dalle sbronze e anche dai tradimenti di lui. Nonostante il successo raggiunto Pollock era in preda a tali tormenti che lo spinsero a cercare rifugio nell'alcol. Nell'agosto del 1949, il periodico 'Life Magazine' si chiedeva: "Jackson Pollock è il più grande pittore vivente degli Stati Uniti?" Era infatti fra i più noti artisti americani, ma la sua anima tormentata - che probabilmente lo aveva spinto a dipingere - lo portò all'autodistruzione…

19 aprile 2018 – VIAGGIO IN ROMAGNA TRA FAENZA E IMOLA

Ritrovo ore 8,30 nel parcheggio ex Mof e partenza con pullman Mangherini
Ore 10,00 arrivo a Faenza, visita del neoclassico Palazzo Milzetti accompagnati dalla direttrice Enrica Domenicali.
Ore 12,30 pranzo in un vicino ristorante a Faenza
Ore 14,30 trasferimento a Imola dove visiteremo il settecentesco Palazzo Tozzoni guidati da Oriana Orsi, direttrice della Pinacoteca di Imola.
Costo per persona euro 70,00 (minimo 15 persone) - Tutto incluso
Prenotazioni e saldo entro martedì 27 marzo 2018

26 Marzo 2018 palazzo Crema ore 17,00 (via Cairoli 13, 1° piano)

Presentazione del recente volume ”Collezionismo d’arte in Romagna in età moderna” a cura di Barbara Ghelfi e di Oriana Orsi. Ne parlerà con le autrici Luca Majoli, funzionario della Soprintendenza di Venezia.
Il tema è propedeutico alla prossima escursione in Romagna per ammirare due interessanti dimore nobiliari completamente arredate, ora divenute museo.

23 marzo 2018 ore 16,00 – Casa Romei

Visita guidata a Casa Romei accompagnati dal direttore Andrea Sardo tra i chiostri e le sale di questa raffinata dimora quattrocentesca, con presentazione dei futuri progetti del museo.
L’ingresso di 3,00 euro per i soci degli Amici dei Musei è a carico dell’associazione.

15 marzo 2018 ore 16,30 - Palazzo dei Diamanti

visita guidata da Vasilij Gusella alla mostra “Stati d'animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni”. La mostra esplora quelle tendenze innovative e utopistiche che tra otto e novecento portarono nell’opera d’arte le vibrazioni emotive e i fantasmi che agitano la coscienza moderna, mettendo in gioco la sensibilità stessa dell’osservatore. 
Ne sono protagonisti con i loro capolavori alcuni tra i più originali interpreti della scena artistica italiana tra divisionismo, simbolismo e futurismo, come Giovanni Segantini, Gaetano Previati, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Angelo Morbelli, Medardo Rosso, Giacomo Balla, Giorgio de Chirico, Umberto Boccioni e Carlo Carrà.
Costo per persona euro 12,00

6 marzo 2018 ore 17,00  – Pinacoteca Nazionale di Ferrara

presentazione del catalogo “Lampi sublimi a Ferrara. Tra Michelangelo, Tiziano e Bastianino e il cantiere di San Paolo” a cura di Anna Stanzani, Andrei Bliznakov e Chiara Guerzi. Ne parleranno con Anna Stanzani Francesca Cappelletti e Sabrina Magrini.
Il catalogo, presentato in anteprima, raccoglie i dipinti della chiesa di San Paolo, danneggiata dal terremoto del 2012 che furono esposti alla mostra allestita in Pinacoteca dal dicembre 2014 fino al marzo 2015. Il tema è di grande attualità alla vigilia dell’atteso restauro della chiesa e dei suoi chiostri. L’ingresso è libero.

22 febbraio 2018 ore 15,45 – Castello Estense

visita guidata da Chiara Ronchi alla mostra “La collezione Cavallini Sgarbi Da Niccolò dell'Arca a Gaetano Previati - Tesori d'arte per Ferrara”.
L’esposizione inaugurata il 3 febbraio scorso è dedicata alla Collezione Cavallini Sgarbi: 130 opere tra dipinti e sculture dall’inizio del quattrocento alla metà del novecento, raccolte in circa quaranta anni di collezionismo appassionato da Vittorio Sgarbi con la madre Caterina “Rina” Cavallini e con la presenza silenziosa di Giuseppe Sgarbi, provenienti dalla Fondazione Cavallini Sgarbi.
21 febbraio 2018 ore 17,00 – Palazzo Crema 
conferenza su Carlo Bononi “Un carraccesco ferrarese” a cura di Ranieri Varese.
La recente mostra su “Bononi, ultimo pittore dell’officina ferrarese” offre la possibilità di riconsegnare a questo artista un ruolo di primo piano nella pittura del seicento. L’ingresso è libero.

15 febbraio 2018 alle ore 15.15 - MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

in via Piangipane 81 a Ferrara, inaugurato il 13 dicembre scorso dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che sta riscuotendo molto successo.

La visita prevede la visione dello spettacolo multimediale Con gli occhi degli ebrei italiani e  la visita guidata alla mostra Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni.
- Spettacolo multimediale Con gli occhi degli ebrei italiani  (24 minuti)
Duemiladuecento anni di storia e cultura italiana raccontati attraverso gli occhi del popolo ebraico. L’esperienza degli ebrei italiani in un volo d’uccello cronologico ed esperienziale. Un progetto complesso e scientificamente rigoroso, frutto di mesi di ricerche e consultazioni. Lo show multimediale è concepito per essere l’introduzione permanente al tema del Museo. 
- Mostra Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni
Duecento oggetti – molti preziosi e rari – fra i quali venti manoscritti, sette incunaboli e cinquecentine, diciotto documenti medievali, provenienti in gran parte dalla Genizah del Cairo (un significativo archivio dell’ebraismo medievale riscoperto nella capitale egiziana), quarantanove epigrafi di età romana e medievale e centoventuno tra anelli, sigilli, monete, lucerne, amuleti, poco noti o mai esposti prima, che attestano la presenza ebraica formata e sviluppatasi in Italia dall’età romana (II sec. a.e.v.) al Medioevo (X sec. d.e.v..).
Costo per persona euro 6,00  (minimo 15 persone)

31 gennaio 2018 Bologna - Museo d‘arte moderna MAMBO e FICO

Ritrovo ore 9.00 nel parcheggio ex Mof e partenza con pullman Mangherini
Ore 10.00 - visita guidata al MAMBO - Museo d‘arte moderna e alla mostra REVOLUTIJAda Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky.
Oltre 70 opere, capolavori assoluti provenienti dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, raccontano gli stili e le dinamiche di sviluppo di artisti tra cui Nathan Alt’man, Natal’ja Gončarova, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Aleksandr Rodčenko e molti altri, per testimoniare la straordinaria modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio Novecento: dal primitivismo al cubo-futurismo, fino al suprematismo e al costruttivismo, costruendo contemporaneamente un parallelo cronologico tra l’espressionismo figurativo e il puro astrattismo.
Ore 12.30 - Trasferimento in pullman al FICO (Fabbrica Italiana Contadina), il più grande parco agroalimentare al mondo, aperto il 15 novembre 2017.
Alle 13.00 pranzeremo gustando specialità regionali marchigiane ed infine verremo guidati nel "Gran Tour", attraverso i vari settori del grande parco.
Il menu-  Antipasto di taglieri misti - Primo a scelta tra: Maccheroncini di Campofilone IGP (capelli d'angelo) al Ragù Marchigiano; Pappardelle ai Funghi Porcini e Salsiccia; Fettuccine con crema di Zucca e Guanciale  -  Acqua, vino e caffè
Non mancherà un pò di tempo libero per fare esplorazioni personali e acquisti e non solo di specialità gastronomiche.
Costo per persona euro 80,00  (minimo 15 persone) - Tutto incluso
 

* RICORDIAMO *

  • che per rinnovare o iscriversi è possibile recarsi presso la nuova sede in via Mentessi 4 (1° piano) aperta il martedì dalle 10.00 alle 12.00, oppure effettuare un bonifico (nuovo Iban BPER: IT 16 M 0538 713004 000 0000 31610) – euro 35,00 quota singola – euro 55,00 quota familiare
  • che i nostri soci hanno la possibilità di richiedere gratuitamente la Card mostre 2018 di Palazzo dei Diamanti che da diritto all’ingresso ridotto per 2 persone; alla corsia preferenziale per l’ingresso; allo sconto del 10% sull’acquisto del catalogo, guida e manifesto della mostra presso il bookshop dei Diamanti
Amici dei musei e monumenti ferraresi  - mail: amicimuseiferrara@libero.it
segreteria: via Mentessi n. 4 Ferrara (1° piano) orario di apertura: martedì 10.00-12.00
Telefono segreteria 392-3421520
Facobook: Amici musei ferrara