Centro Donna Giustizia

Progetto AUTONOMIA č DONNA - SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2016/17

LE DATE DI SELEZIONE DEL PROGETTO "AUTONOMIA è DONNA" SONO FISSATE PER IL 19 E 20 SETTEMBRE 2016
dalle ore 9 in Via Terranuova 12b - Ferrara.


ESITI DELLA SELEZIONE: graduatoria-e-punteggi.doc  

Obiettivi generali del progetto:
Il progetto si inserisce nelle aree di intervento che il Centro Donna Giustizia attua a favore di donne, italiane e straniere, con o senza figli, vittime di violenza e di sfruttamento della prostituzione, con riferimento al contesto territoriale del Comune e della Provincia di Ferrara all'interno del quale si sviluppa il progetto.
Il progetto mira a realizzare progetti di AUTONOMIA e percorsi di info-formazione e sensibilizzazione, declinati allo SVILUPPO DI MAGGIORE INDIPENDENZA DELLE DONNE, con azioni che puntino al rispetto della LIBERTA’ FEMMINILE

i POSTI DISPONIBILI SENZA VITTO E ALLOGGIO SONO 6
o   Numero ore di servizio settimanali dei volontari/ monte ore annuo: 1.400
o   Giorni di servizio a settimana dei volontari (minimo 5, massimo 6):  6

Criteri di selezione:
Alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande verrà organizzata una giornata di selezione ufficiale a cui saranno rimandati tutti i candidati che hanno presentato domanda.
La selezione avverrà seguendo i criteri UNSC previsti dal Dipartimento, definiti ed approvati con la determinazione del Direttore Generale dell’11 giugno 2009, n.173. ( SCN) e sarà condotta da un’equipe di selettori che vedrà la partecipazione del Responsabile del Servizio Civile dell’Ente, dall’OLP e da referenti dei progetti in cui saranno inseriti i volontari.
Caratteristiche delle conoscenze acquisibili:
Il presente progetto, visto il Protocollo d'Intesa tra Università degli Studi di Ferrara e Copresc firmato in data 30/06/2014, può vedere riconosciuti crediti di tipo F per il tirocinio. Tale riconoscimento può avvenire qualora il volontario/studente presenti al termine dell'anno di servizio istanza alla Segreteria della Facoltà a cui è iscritto e sarà subordinato alla verifica della conguità del progetto con il percorso curriculare e formativo previsto dai regolamenti didattici dei corsi di studio di riferimento e sottoposto alla Commissione crediti che delibererà in merito al numero di crediti riconoscibili.