Gruppo Scrittori Ferraresi

Via Gianfranco Rossi

Il 12 settembre 2002, a Ferrara, Ŕ stata onorata la memoria dello scrittore ferrarese.
Nella zona pedonale adiacente al parcheggio Arianuova, circa cento persone hanno partecipato alla cerimonia d'intitolazione a Gianfranco Rossi del vialetto pedonale, adiacente al parcheggio di via Arianuova, che congiunge la stessa a via Spartaco.

(13 settembre 2002 - Il Resto del Carlino) La cerimonia di inaugurazione, organizzata dall'assessorato alle politiche e istituzioni culturali in collaborazione con la circoscrizione Giardino Arianuova Doro, la ComunitÓ Ebraica il Gruppo Scrittori Ferraresi e il Movimento internazionale Donne e Poesia- Ŕ stata preceduta da una visita al Cimitero Ebraico nel corso della quale il Gruppo Scrittori Ferraresi e il Movimento Internazionale Donne e Poesia hanno reso omaggio allo scrittore scomparso.

Successivamente tutti i presenti hanno ricordato con commozione e conpianto lo scrittore Gianfranco Rossi. Gli amici hanno sottolineato che il vialetto pedonale rappresenta il luogo pi¨ idoneo per ricordare Rossi visto che, come raccontano, lui da buon ferrarese amava andare solo in bicicletta. Sotto la targa commemorativa le persone erano tante, le parole poche ma vere e sentite, proprio perchŔ "il ricordo di Gianfranco - come sottolineato da Alberto Ronchi, assessore alle politiche e istituzioni cultural i- Ŕ ancora vivo in tutti i ferraresi".

Gian Pietro Testa, giornalista, ma soprattutto amico di Rossi lo ha ricordato cosi:
"Caro Gianfranco..., quando una via Ŕ intestata al nome di un personaggio che ci ha lasciati da poco, significa che questa persona, in vita sua, o ha raggiunto il potere, o una grande fama, o Ŕ stata amata", e Gianfranco Rossi a Ferrara lo Ŕ stato. Al di lÓ della stima che lo ha circondato, al di lÓ del valore della sua opera letteraria, Ŕ penetrato nei cuori di tante persone."