Fondazione ANT

Progetto Donna

Il PROGETTO NEOPLASIE GINECOLOGICHE ANT, o PROGETTO DONNA, si pone come obiettivo quello di effettuare visite gratuite ginecologiche, a donne di ogni età e di monitorarle allo scopo di fare diagnosi precoce di tumori maligni, intervenendo conseguentemente nel modo più adeguato e tempestivo possibile. I controlli prevedono l’esecuzione di:
* visita ginecologica
* PAP-test
* Colposcopia
* Ecografia


Le visite sono effettuate da specialisti del settore, sostenuti economicamente da ANT, e sono a costo zero per l'utenza.

I tumori della cervice uterina rappresentano la quarta neoplasia per frequenza nella popolazione femminile.
L’esecuzione programmata del PAP-TEST ha prodotto nel tempo una riduzione dell’incidenza con un diminuizione dei nuovi casi e del rischio di morte. Anche per i tumori dell’ovaio e dell’endometrio si stanno compiendo sforzi in tal senso. Il tumore dell’endometrio rappresenta il 5-6% dei tumori femminili con 4000 nuovi casi annui.Il tumore dell’endometrio rappresenta il 5-6% dei tumori femminili con 4000 nuovi casi annui. Attualmente non esistono metodi di screening efficaci come per la cervice, ma è opinione comune che la visita ginecologica e l’esame ecografico transvaginale, eseguiti annualmente, siano esami proponibili per la popolazione femminile asintomatica in peri e post menopausa. Il carcinoma dell’ovaio è il sesto più diffuso cancro femminile e rappresenta la più comune causa di morte per neoplasie ginecologiche, verosimilmente a causa della tardività della diagnosi (circa 2/3 casi vengono diagnosticati in stadi avanzati). L’uso combinato dell’ecografia e del dosaggio del CA 125 hanno migliorato la capacità di diagnosi precoce.

Le date del Progetto Donna vengono pubblicizzate dalle Delegazioni ANT locali ed è possibile prenotarsi di persona, o telefonicamente, per un n. massimo giornaliero di visite, su appuntamento, nel luogo di volta in volta preposto.